La detrazione IVA e la deducibilità dei costi delle auto

La detrazione IVA e la deducibilità dei costi delle auto

Il testo della norma stabilisce la detrazione IVA sugli acquisiti di veicoli stradali e relative spese, si trova nel testo dell’art. 19-bis1 del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633 .

Il testo in vigore prevede che la limitazione della detrazione iva al 40%riguarda «tutti i veicoli a motore, diversi dai trattori agricoli o forestali, normalmente adibiti al trasporto stradale di persone o beni la cui massa massima autorizzata non supera 3.500 Kg e il cui numero di posti a sedere, escluso quello del conducente, non è superiore a otto» che non sono utilizzati esclusivamente nell’esercizio dell’attività di impresa o della professione.

La predeterminazione legale della misura della detrazione iva al 40% – che precedentemente era assoluta ora ammette la prova contraria.

Di conseguenza, la limitazione non opera per i veicoli ad uso esclusivo dell’attività del soggetto passivo, il quale ha, ora,  la possibilità di computare integralmente in detrazione l’imposta, fermo restando, in tal caso, l’onere probatorio dell’inerenza totale.

Anche l’Iva,  relativa alle prestazioni di servizi relative ai medesimi veicoli, – custodia,  manutenzione e riparazione, transito stradale,  nonché l’acquisto di carburanti e lubrificanti, è ammessa in detrazione nella stessa misura in cui è ammessa in detrazione l’imposta relativa all’acquisto o all’importazione del veicolo.

DETRAZIONE IVA SU AUTO E SU SPESE D’IMPIEGO

E’ sparita, ma solo ai fini Iva, la distinzione tra autovetture, autoveicoli per trasporto promiscuo, falsi autocarri e autocarri; ne’ si fa piu’ riferimento alla classificazione del Codice della strada.

La detraibilita’ Iva dall’1.1.2008 e’ la seguente:

  1. Detrazione iva 100% :
    veicoli stradali a motore per trasporto persone (es.: pullman) o cose (es.: camion) >= 35 q.li o con almeno 8 posti + quello del conducente, trattori, veicoli oggetto di produzione o commercio da parte del contribuente o senza i quali non puo’ svolgere l’attivita’ (es.: taxisti, noleggiatori auto,), ecc;
  2. Detrazione iva (40%) :
    veicoli stradali a motore per trasporto persone o cose, < 35 q.li e con max 8 posti + quello del conducente.
    Attenzione: certi piccoli autocarri < 35 q.li (es.: Fiorino) per i quali prima non c’era dubbio sulla detraibilita’ 100% dell’Iva, oggi sono catalogati qui e per essi la detraibilita’ 100% dell’Iva e’ ora subordinata alla dimostrazione da parte del contribuente dell’utilizzo esclusivo nell’impresa;
  3. Indetraibilita’ totale (oggettiva) dell’Iva:
    riguarda solo le moto > 350 cc.

Questa disciplina non riguarda gli agenti e rappresentanti, che continuano a detrarre il 100% dell’Iva, ammesso che possano dimostrare di possedere almeno un altro mezzo per gli scopi extraziendali.

RIEPILOGO DETRAIBILITA’ IVA E DEDUCIBILITA’ COSTI

La casistica aziendale, sia per la detraibilità Iva che per la deducibilità degli ammortamenti e delle spese d’impiego, puo’ essere cosi’ riepilogata:

  1. Autocarri > =35 q.li:
    detrazione iva 100%, anche su tutte le spese d’impiego, compreso pedaggi autostradali. Nel caso in cui essi vengano utilizzati occasionalmente per scopi extraziendali (es.: trasloco mobili di casa) e’ sufficiente autofatturarsi il servizio.
  2. Autovetture o autocarri < 35 q.li non affidate a dipendenti:
    b1) se ammettiamo un utilizzo promiscuo del mezzo, detrazione iva 40%, anche su tutte le spese d’impiego. Il costo e’ ammortizzabile al 20% (con il limite del 20% di 18.076), Le spese d’impiego si deducono al 20%.
    b2) se ammettiamo un utilizzo esclusivo impresa/professione, detrazione iva 100% creando le prove di tale utilizzo esclusivo (es.: giornale di bordo con nominativi conducente, percorrenze e causali). L’Iva sulle spese d’impiego si detrae al 100% (compresi pedaggi autostradali). Ma il costo e’ ammortizzabile al 20% (con il limite del 20% di 18.076), Le spese d’impiego si deducono al 20%. Per il professionista la deducibilità parziale è ammessa solo per un veicolo.
  3. Autovetture o autocarri < 35 q.li affidate a dipendenti dietro pagamento di un corrispettivo:
    detrazione iva 100%, anche sulle spese d’impiego (compresi pedaggi autostradali). Il costo e’ ammortizzabile al 70% senza limiti, le spese d’impiego si deducono al 70%.
  4. Agenti e Rappresentanti:
    di regola detraggono il 100% dell’Iva sia all’atto dell’acquisto dell’auto che sulle spese d’impiego. Quanto alla deducibilita’ del costo d’acquisto dell’auto, essi deducono l’80%, col massimale per l’ammortamento dell’auto dell’80% di euro 25.823. Anche le spese d’impiego sono deducibili all’80%.

LIMITI DI DEDUCIBILITA’ DEI COSTI D’ACQUISTO AUTO E MOTO

Riepiloghiamo qui di seguito i limiti di spesa degli auto-motoveicoli fiscalmente deducibili per imprese (esclusi agenti e rappresentanti) e professionisti  dal 2008:

  • Autovetture:
    costo massimo fiscalmente ammortizzabile = euro 18.076, percentuale di deducibilita’ 20%, massimo ammortamento fiscale nei 4 anni = euro 3.615;
  • Stessa autovettura affidata a dipendente per la maggior parte del periodo d’imposta:
    nessun limite di costo massimo e percentuale di deducibilita’ del 70%;
  • Autovettura acquisita in leasing:
    l’importo massimo fiscalmente deducibile dei canoni e’ il 20% di (18.076 : costo auto concedente) x canoni annui di competenza, per un periodo non inferiore a 48 mesi indipendentemente dalla durata del contratto;
  • Autovettura acquisita in leasing ed affidata a dipendente per la maggior parte del periodo:
    l’importo annuo fiscalmente deducibile dei canoni e’ il 70% dei canoni di competenza, senza limiti;
  • Canoni di noleggio auto:
    costo massimo annuo fiscalmente ammesso = euro 3.615 (e’ previsto il ragguaglio ad anno), percentuale di deducibilita’ 20%, pertanto l’importo annuo fiscalmente deducibile = euro 723,00 (euro 154,80 per noleggio moto, euro 82,64 per noleggio ciclomotore);
  • Canoni di noleggio auto affidata a dipendente:
    nessun costo massimo annuo e deducibilita’ del 70% del costo del noleggio;
  • Motocicli:
    costo massimo fiscalmente ammortizzabile = euro 4.132, percentuale di deducibilita’ 20%, massimo ammortamento fiscale nei 4 anni = euro 826,40; se affidati a dipendente sparisce il limite massimo e la percentuale e’ sempre del 70%;
  • Ciclomotori:
    costo massimo fiscalmente ammortizzabile = euro 2.066, percentuale di deducibilita’ 20%, massimo ammortamento fiscale nei 4 anni = euro 413,20; se affidati a dipendente sparisce il limite massimo e la percentuale e’ sempre del 70%.

Fonte: Fiscoetasse

Comments are closed.