Legge di Bilancio 2019: su flat tax e forfettari i primi chiarimenti

Legge di Bilancio 2019: su flat tax e forfettari i primi chiarimenti

On Novembre 13, 2018, Posted by , In News,Tasse, By ,,, , With No Comments

Sono giorni convulsi, giorni nei quali cercare di capire qualcosa sul nostro presente e, soprattutto, sul nostro futuro fiscale e tributario è un’operazione alquanto complicata. Tra mille incombenze della vita di studio, mi sono messa a “scartabellare” tra le notizie che arrivano sulla Legge di Bilancio 2019 e sulle sue caratteristiche per iniziare a fare chiarezza. Penso di aver iniziato a comprendere che il testo di 75 pagine e 108 articoli nasconde novità sostanziali per la flat tax e regime dei forfettari. Novità delle quali bisogna comprendere esattamente i confini, soprattutto nella parte che riguarda le “possibilità” operative dalla parte del singolo contribuente.

Alcune semplici indicazioni.

Stiamo vivendo un’epoca che non esiterei a definire liquida. Le disposizioni per il lavoro e per la fiscalità cambiano a grande velocità. Per questo motivo ho pensato sia utile postare alcune semplici indicazioni sulle novità di legge, novità che sono contenute, almeno per il mio campo, in massima parte nella legge di bilancio che ogni anno viene redatta e approvata dal Governo italiano. L’intento è solo quello di far capire cosa sta succedendo e quali possono essere le novità che possiamo aspettarci in materia di economia, fisco e tasse.

Fra flat tax, forfettari ampliati e conferme dei bonus.

La legge di bilancio 2019 contiene interventi in diversi campi. Ecco quelli che si stanno delineando, ma ti avviso di una cosa: le disposizioni non sono in vigore fino a quando il Parlamento non le approva ed entrano in vigore, generalmente dal primo gennaio. Ecco alcuni chiarimenti:

  • Sarà bloccato l’aumento dell’Iva ed è prorogato il bonus assunzione under 35.
  • Parte la mini flat tax che allarga il regime dei forfettari a ricavi fino a 65000 euro per freelance e per le start up. La cifra diventerà 100 mila euro dal 2020.
  • Dovrebbero essere abbozzate le nuove aliquote di reddito per il 2020: 15-25% fino a 28 mila euro, 26-35% da 28 a 75 mila euro, 43% oltre i 75 mila euro.
  • Proroga del bonus casa 2019 per mobili, ristrutturazioni, ecobonus e bonus verde. Viene prorogato l’iperammortamento 2019.
  • Verrà introdotta un’aliquota fiscale del 15% anche per i professori che tengono lezioni private a casa
  • Viene introdotta la cedolare secca al 21% per i negozi C1 di metratura inferiore a 600 mq

La problematica che interessa di più e che non è stata ancora, sviscerata, è legata alle possibilità di detrazione che avranno i nuovi “forfettari” o meno. Per ora non è prevista modifica rispetto a quello che si può fare ora: quindi il regime forfettario è esteso per tutte le categorie a 65000 con gli stessi coefficienti di redditività in vigore adesso suddivisi per codice ateco.

Comprendere insieme, crescere insieme.

Con questo post ho voluto iniziare un racconto delle novità fiscali in arrivo anche sul mio blog, per dare un servizio ai clienti. Voglio cercare di far comprendere a tutti l’evoluzione delle cose per rivendicare una delle caratteristiche più importanti del nostro studio. Di cosa sto parlando? Della capacità di comprendere insieme al cliente il mondo che cambia per poter crescere assieme al cliente, dandogli le migliori risposte alle domande che pone. Ci risentiremo spesso con contributi di questo genere, ma se hai domande da pormi contattami pure in studio. Cercheremo di comprendere insieme, per crescere insieme.

 

 

Comments are closed.